Curriculum

 

Posizione attuale

A. A. 2017/2018 – Assegnista di ricerca (M-STO/01), Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo (SAGAS), Università degli Studi di Firenze. Titolo del progetto: Egemonie familiari e forme di potere personale a Genova tra Due e Trecento (1257-1339). Responsabile della ricerca: prof. Andrea Zorzi.

A. A. 2017/2018 – Docente a contratto di Paleografia (M-STO/09) presso il Dipartimento di storia, scienze dell’uomo e della formazione dell’Università degli Studi di Sassari (corso di Laurea triennale in Scienze dei beni culturali: 30 ore; corso di Laurea Interclasse Magistrale in Scienze filosofiche e storiche: 30 ore).

Titoli di studio

2002 – Diploma di Maturità Classica conseguito presso il Liceo Classico “Andrea D’Oria” di Genova.

2002 – Diploma di Compimento inferiore in Viola conseguito presso il Conservatorio di Musica “Niccolò Paganini” di Genova.

2005 – Laurea Triennale in Storia conseguita presso l’Università degli Studi di Genova il 10/10/2005. Titolo della tesi: Ottobono Scriba e l’annalistica genovese alla fine del XII secolo. Relatrice: Prof. ssa Marina Montesano. Votazione: 110/110 e lode, con dignità di stampa.

2007 – Laurea Specialistica in Strumenti e metodi della ricerca storica conseguita presso l’Università degli Studi di Genova il 17/10/2007. Titolo della tesi: La guerra di San Saba. Genova nel Grande Gioco delle potenze marittime italiche nel Mediterraneo. Relatrice: Prof. ssa Marina Montesano. Votazione: 110/110 e lode, con dignità di stampa.

2008 – Diploma in Scienze Religiose conseguito presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Genova, Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, il 24/07/2008. Titolo della tesi: Le radici dell’esicasmo nella mistica origeniana. Relatore: Sac. Prof. Matteo Pescetto. Votazione: 30/30 e lode.

2012 – Laurea Magistrale in Scienze Religiose conseguita presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Genova, Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale, il 24/07/2012. Titolo della tesi: Il latino di un notaio ecclesiastico tardo-medievale. L’inedita Historia translationis beati Ioannis Baptiste ad Civitatem Ianue di Nicolò de Porta. Relatore: P. Prof. Mauro De Gioia, CO. Votazione: 30/30 e lode.

2012 – Diploma in Archivistica, Paleografia e Diplomatica conseguito presso l’Archivio di Stato di Genova il 15/11/2012.

2012 – Dottorato di Ricerca in Scienze Storiche conseguito presso la Scuola Superiore di Studi Storici dell’Università degli Studi della Repubblica di San Marino il 12/07/2012. Titolo della tesi: Praepotens Ianuensium Praesidium. Genova, la crociata e la Terrasanta nella seconda metà del Duecento. Relatore: prof. Anthony Molho. Votazione: 60/60, con dignità di stampa. Titolo di studio riconosciuto in Italia con decreto del Ministro il 31/01/2013.

Attività formative

2004 – Stagista presso la redazione di Reti Medievali. Iniziative online per gli studi medievistici Indirizzo: www.retimedievali.it

2010/2011-2012/2013 – Cultore della Materia presso la cattedra di Storia Medievale dell’Università degli Studi di Genova.

2015 – Vincitore di una borsa di studio per la partecipazione all’VIIIe atelier doctoral «Sources pour l’histoire économique européenne (XIIIe-XVIIe siècle) – De la source aux réseaux», École Française de Rome, École normale supérieure (Paris), Università Paris-7 «Denis Diderot», Institut d’histoire moderne et contemporaine (CNRS-École normale supérieure), Fraternita dei Laici di Arezzo, Università di Siena (Dipartimento di Scienze della formazione, scienze umane e della comunicazione interculturale di Arezzo), Istituto storico italiano per il Medio Evo, Arezzo, 29 juin – 3 juillet 2015.

Borse di studio e assegni di ricerca

2015 – Borsista della “Fondazione Spinola”, Genova.

1 luglio 2016-30 giugno 2017 – Post-doc fellowship (Ahmanson Fellow 2016-2017) presso Villa I Tatti, The Harvard University Center for Italian Renaissance Studies (Florence).

A. A. 2017/2018 – Assegnista di ricerca (M-STO/01), Dipartimento di Storia, Archeologia, Geografia, Arte e Spettacolo (SAGAS), Università degli Studi di Firenze. Titolo del progetto: Egemonie familiari e forme di potere personale a Genova tra Due e Trecento (1257-1339). Responsabile della ricerca: prof. Andrea Zorzi.

Didattica universitaria

Incarichi di docenza

A. A. 2017/2018 – Docente a contratto di Paleografia (M-STO/09) presso il Dipartimento di storia, scienze dell’uomo e della formazione dell’Università degli Studi di Sassari (corso di Laurea triennale in Scienze dei beni culturali: 30 ore /corso di Laurea Magistrale in Scienze storiche e filosofiche: 30 ore).

Lezioni seminariali presso Istituti di ricerca riconosciuti

22 giugno 2011, Città di San Marino – Praepotens Ianuensium Praesidium. Genova, la crociata e la Terrasanta nella seconda metà del Duecento, Università degli Studi di San Marino [RSM], Dottorato di ricerca in Scienze Storiche, X° ciclo.

9 ottobre 2013, Paris (FR), Institut de Recherche sur Byzance, l’Islam et la Méditerranée au Moyen Âge, Université Paris 1, Panthéon-Sorbonne – La rappresentazione del Mediterraneo nella cronachistica dei comuni di mare italiani (XII-XIV sec.), Histoire et archéologie de l’Islam et de la Méditerranée médiévale, Séminaire commun du laboratoire Islam médieval/ UMR 8167 Orient & Méditerranée, Premier semestre (semptembre 2013-janvier 2014), Séminaire I : «Représentations de la Méditerranée médievale» (Responsables: Damien Coulon, Annliese Nef, Christophe Picard, Dominique Valérian).

9 settembre 2016, Firenze – Genova e gli Ottomani nel Quattrocento, Fellows’ Presentations I, Villa I Tatti, 9 settembre 2016.

Partecipazione a progetti di ricerca

2012 – Gli Italiani e la Terrasanta. Progetto diretto dal prof. Franco Cardini (Istituto Italiano di Scienze Umane/Scuola Normale Superiore). Organizzazione d’un Seminario di studio e cura degli Atti.

2012-2016 – Atlas des Migrations en Méditerranée. Progetto diretto da Stéphane Mourlane, Virginie Baby-Collin e Sophie Bouffier, patrocinato da École Française de Rome, Maison Méditerranéenne des Sciences de l’Homme, Université: Paris 7, Lyon 2, Albi, Aix-en-Provence, CSIC (sede di Barcelona), Institut des Sciences Politiques di Parigi, Institut des Sciences Politiques di Aix-en-Provence.

2015-2016 – Guerra y competencia entre Estados en el Mediterráneo medieval. Progetto diretto dal prof. Mario Lafuente (Università de Zaragoza, España) nell’ambito delle attività del Grupo Consolidado CEMA, finanziato dal Gobierno de Aragón (cema.unizar.es), e del progetto I+D TESTA, ref. HAR2015-68209-P (Ministerio de Economía y Competitividad, Gobierno de España).

2016-2017 – Storia militare d’Italia. Progetto diretto da Nicola Labanca (Università degli Studi di Siena), coordinatori: Aldo A. Settia (già Università degli Studi di Pavia) e Paolo Grillo (Università degli Studi di Milano).

2017-2021 – Progetto Serie didattica, patrocinato dall’Istituto per l’Oriente “C. A. Nallino” (in collaborazione con il Dipartimento Asia, Africa, Mediterraneo dell’Università di Napoli “L’Orientale” e l’Associazione Internazionale di Studi per il Mediterraneo e l’Oriente. Progetto diretto da Claudio Lo Jacono (Istituto per l’Oriente “C. A. Nallino”). Realizzazione di un sussidio didattico intitolato Gli Italiani e le crociate.

2017-2018 – Progetto Il Codice Cocharelli: il manoscritto e il suo contesto, diretto da Chiara Concina (Università degli Studi di Verona) e Francesca Fabbri (Bauhaus-Universität Weimar), patrocinato dalla rivista «Medioevi. Rivista di Letterature e culture medievali», diretta da A. M. Babbi, in collaborazione con l’Università degli Studi di Verona.

Affiliazione a Istituti di ricerca riconosciuti

Dal 2017 – Associato come membro esterno al Laboratorio di Storia Marittima e Navale (NavLab) del Dipartimento di Antichità, Filosofia e Storia dell’Università degli Studi di Genova.

 Altre appartenenze professionali

Dal 2010 è membro della Società Ligure di Storia Patria.

Dal 2010 è membro della Society for the Study of the Crusades and the Latin East.

Dal 2015 è membro della Società Italiana di Storia Militare.

Dal 2016 è membro dell’Associazione Culturale Italia Medievale.

Premi e riconoscimenti

 Genova e il mare nel Medioevo, Bologna, il Mulino, 2015, pp. 202 – Premio speciale dell’Associazione Italia Medievale (2016).

Competenze linguistiche

Lingua madre: italiana

Altre lingue: inglese (B2/C1), spagnolo (B1), francese (A1), arabo moderno standard (A1).

 Interessi di ricerca

– Storia del movimento crociato con particolare riguardo alla partecipazione italiana.

– Storia marittima e navale del Mediterraneo basso-medievale.

– Storia politica, istituzionale, economica e culturale delle comunità urbane in età medievale

– Storia politica, istituzionale, economica e culturale del medioevo genovese, con particolare riguardo all’espansione mediterranea e al mondo coloniale.

– Storia del viaggio e del pellegrinaggio in età medievale.